Le porcherie di uno scrittore

Hemingway diceva che ogni scrittore deve avere un rilevatore di porcherie, ma a lui dev'essersi guastato Perché i suoi romanzi sono delle autentiche porcherie. L'apparecchio di controllo gli ha funzionato a malapena per i racconti. Sicché ogni scrittore deve avere un rilevatore di porcherie e un altro aggeggio che garantisca il funzionamento del primo. (da... Continue Reading →

Annunci

Inganno

Nel 1967, dopo una raccolta di racconti e un romanzo breve molto apprezzati dalla critica, un giovane Philip Roth pubblica uno dei libri più importanti degli anni sessanta, e della seconda metà del ventesimo secolo più in generale: Lamento di Portnoy. La trama: Portnoy è un ebreo americano di trentatré anni in cura da uno... Continue Reading →

Edith O’Rya

Qualche giorno fa, sul blog di Gian Paolo Serino, cioè Satisfiction, è stato pubblicato un racconto di Paolo Roversi, dal titolo "Morte al Salone del Libro". Non ho idea del motivo per il quale Serino coltivi la passione per Roversi - mesi fa, se non ricordo male, aveva scritto una recensione piena di elogi per... Continue Reading →

Un silenzio

Chi c'era su quel treno che scivolava lungo la pianura? Una donna con una bimba in braccio, la flebile preghiera di una vecchia che tornava a casa, due olive nere incastonate tra ciglia mediterranee che ticchettavano come un metronomo seguendo i pali della luce? Nulla che valesse la pena di essere salvato. Guardavo la corsa... Continue Reading →

Lo spazio, il tempo, e da qualche parte anch’io

Sono seduto sulle poltrone blu di un treno che mi sta portando da La Spezia a Parma. Sullo schermo dei finestrini sfilano i verdi, patriottici Appennini. Il vagone proietta la propria ombra su una vegetazione rigogliosa, sui bordi di un ponte che scavalca un torrente la cui acqua sembra fresca anche a cento metri di... Continue Reading →

Il futuro di una volta

Poco tempo fa ho ritrovato un vecchio libro di fumetti che leggevo quando non avevo ancora dieci anni. Il personaggio principale si chiamava Dan Dare, ed era un tenente colonnello molto giovane, che prestava servizio per l'aeronautica spaziale della Gran Bretagna – e in effetti, in quei fumetti tutto suggeriva l'idea della compostezza e della... Continue Reading →

La distruzione dei tiranni

Via via che crescevano il suo potere e la sua fama, aumentava - nella mia fantasia - la durezza del castigo che avrei voluto infliggergli. Qundi, dapprima mi sarei accontentato di una sconfitta elettorale e di un raffreddamento del favore popolare. In seguito esigevo che venisse imprigionato; poi esiliato in un'isola remota, un'isoletta piatta con... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: