Tradirsi

Alle soglie dei quarantanni (in realtà, manca ancora più di un anno, ma mi porto avanti con il discorso), può succedere di provare ancora l'emozione di leggere una parola della quale non solo si ignora il significato ma che addirittura non aveva mai fatto capolino tra le pagine lette, o i discorsi ascoltati – un... Continue Reading →

Annunci

Luce

Uscì dal taxi con un'aria lessata, come se l'aria condizionata fosse un optional e non la regola. Rimase fermo per dieci, quindici secondi, guardandosi intorno; si sentiva un astronauta appena atterrato sulla Luna, per la prima volta; invece, era davanti al Cimitero dove, una volta all'anno, andava a trovare sua moglie. Era seppellita là, nel... Continue Reading →

Palace of the End

Cosa è successo in Iraq? Qual è il compito della letteratura? Ma soprattutto: esistono risposte condivise a queste due domande? Comparare giornali di diversi orientamenti politici, confrontarli su un qualsiasi avvenimento – politica interna, fatti internazionali, una partita di calcio – è un'attività frustrante, a meno che non voi non siate degli antropologi curiosi: nel... Continue Reading →

Difendere il proprio cervello

E' sempre meglio porsi domande, che cercare risposte. Le risposte, ad esempio, che all'uscita delle metropolitane si trovano, gratuite, offerte dalle mani di ragazzi che non sono mai meno di indiani – la mattina c'è Metro, e City, e Leggo; il pomeriggio 24 minuti e una versione ciclostilata del Corriere della Sera, due paginette che... Continue Reading →

I mostri

Ai miei tempi. Ricordo che ai miei tempi la gente stupida che pensava cose stupide si vergognava di dirle, e si vergognava della propria stupidità. Considerava la propria mancanza di morale, o la propria ottusa invidia, o la propria paura fondata sull'ignoranza, come una sorta di male ereditato da genitori altrettanto timorosi, immorali o invidiosi... Continue Reading →

Cessi

L'altra sera ho accompagnato i bambini alla Stazione dei Treni di Mestre, da dove, affidati alle amorevoli cure dalla loro nonna, sono partiti verso il mare: noi li raggiungeremo sabato sera, per il weekend. Il lungo viaggio che spettava loro - lungo rispetto alle dimensioni delle loro piccole vesciche - ha suggerito di portarli in... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

Episodi (abbastanza) brevi

Spero, credo, insomma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: