Think Small

Mauro Mongarli, oltre ad aver contribuito alla definizione nome del blog di Giulio Mozzi, Vibrisse (non conosco però i dettagli della cosa), è un copy e uno scrittore. Il suo blog, Testimongarli, è uno di quelli che vale la pena leggere, e mettere tra i preferiti, perché offre uno sguardo inconseuto sul mondo della pubblicità; ma non solo.

Il post Enormità è particolarmente interessante perché, tra le altre cose, contiene un link ad un sito che descrive la campagna pubblicitaria che la Volkswagen promosse ai primi anni sessanta per il suo Maggiolino, campagna basata su un’idea che andava contro qualsiasi “buona regola” su come reclamizzare un prodotto (certo, potrei mettere direttamente qui il link al sito che parla di questo, ma non lo faccio: che si vada sul sito di Mauro Mongarli, questo soprattutto mi sta a cuore).

Ripensare le cose da zero: questo è l’obiettivo che dovrei avere il coraggio di pormi.

Annunci

2 thoughts on “Think Small

  1. La cosa è molto semplice. “Vibrisse” nacque, nell’agosto del 2000, senza un nome. Era una lettera circolare che spedivo per via elettronica, ogni settimana, a chiunque me la chiedesse. La lettera si chiamava: “Bollettino senza nome”, e invitavo i destinatari (soprattutto persone che incontravo e conoscevo in corsi e laboratori di scrittura) a suggerire dei nomi. Mi impegnai a premiare colui che avesse suggerito il nome migliore in questo modo: ricordando la paternità dell’invenzione, in eterno, subito sotto la testata del bollettino.
    Furono suggeriti moltissimi nomi. Mongarli suggerì “vibrisse”. Organizzai un sondaggio tra gli abbonati. Vinse “La scapola di Pelope”, seguito da “La sega circolare”.
    Scelsi “vibrisse”, perché (a) mi pareva un nome sensato, sicuramente più sensato di altri, e (b) Mauro Mongarli è un professionista, e io tendo a fidarmi dei professionisti.
    A distanza di nove anni, sono soddisfattissimo della scelta.

    giulio mozzi

    Mi piace

    1. Vibrisse è uno nome particolarmente efficace, da molti punti di vista (fonetico, metaforico, suggestivo, ecc); insomma, come si dice con un’espressione che non ho mai gradito, ma che rende bene l’idea (:altra espressione che non ho mai gradito), “funziona”.

      A presto,
      Paolo

      Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...