Le virtù del romanzo

Dimentico che non v'è discorso letterario se non come macchinazione, il romanziere si è via via persuaso che quel che egli faceva aveva qualcosa a che fare col mondo in cui viveva; critici pazienti gli hanno spiegato che, di quel mondo, il romanzo era volta a volta specchio, testimonianza, interpretazione [..]. Corrotto dalla serietà propria... Continue Reading →

Annunci

Saviano, la Mondadori e Michela Murgia

Era un bel po' di tempo che pensavo che Saviano avesse l'obbligo morale di lasciare la Mondadori, passando ad una qualsiasi altra casa editrice - magari, ad una piccola e coraggiosa e indipendente. Non so se l'abbia fatto o meno - so che è uscito, o sta uscendo, un suo libro per la Feltrinelli -... Continue Reading →

La stupidità delle idee comuni

Una caratteristica abbastanza singolare della produzione letteraria di Gustave Flaubert è data dal fatto che diverse opere pubblicate in età adulta derivano, in realtà, da idee sviluppate in gioventù. L'esempio più eclatante è L'educazione sentimentale: la versione che siamo abituati a leggere uscì nel 1869, ma pochi sanno che nel 1845, a 24 anni, aveva... Continue Reading →

I personaggi

Uomini e donne non si consegnano agli scrittori come personaggi letterari a tutto tondo: generalmente ti offrono assai poco su cui lavorare e, dopo l'impatto della prima impressione, non ti aiutano quasi più. La maggior parte della gente (a partire dal romanziere: lui, la sua famiglia,, quasi tutte le persone che conosce) è assolutamente priva... Continue Reading →

L’unghia artificiale

La pubblicazione di un libro passa quasi sempre per una fase di editing, più o meno pesante. Nel caso di Antropometria l'editor, Angelo Biasiella, è intervenuto soprattutto in due direzioni: richiesta di "rimpolpare" alcuni racconti (magari per riequilibrarli), richiesta di rimozione di racconti dal manoscritto che avevo sottoposto all'attenzione della casa editrice. Mentre la prima... Continue Reading →

Dicono di Antropometria

Quando il mio libro di racconti "Antropometria" era prossimo ad uscire, pensavo che avrei avuto voglia di parlarne qui, su Grafemi - di condividere le date delle presentazioni, le recensioni che uscivano, i pareri che sentivo in giro. Per un motivo che inizio a mettere a fuoco solo da qualche giorno, questo non è accaduto... Continue Reading →

Diaspora

Mio padre, al quale rubo sempre un sacco di idee interessanti, mi ha raccontato che in questi giorni sta leggendo un libro scritto da un professore dell'Università di Tel Aviv nel quale viene ricostruita la storia del popolo ebraico a partire da dati storici. Le conclusioni alle quali si arriva sono sconvolgenti: secondo questo storico... Continue Reading →

La grandezza assoluta

Sono un lettore difficile da accontentare: abbandono più della metà dei libri che inizio (proprio ora sto decidendo di abbandonare il primo, ingenuo romanzo di Philip Roth, Goodbye, Columbus, proposto in italiano con il titolo La ragazza di Tony). E la scelta di un libro passa attraverso mille tentennamenti, ripensamenti, avvicinamenti, pedinamenti. Di solito, mi... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: