Adam Thirlwell, il desiderio, il sesso

Ieri sera ho finito “La fuga”, di Adam Thirlwell, giovane scrittore inglese. Mi piacerebbe scrivere quello che penso di questo libro, e provare a raccontarne i pregi, e i piccoli difetti – ma ho sempre poco tempo, o forse è solo questione di pigrizia. Sto cercando di finire di scrivere l’ultimo capitolo di un libro che ho iniziato a novembre del 2009, e che mi sto trascinando da un po’ troppo tempo – ci sono nuove storie che premono!

Per oggi mi accontento di dire questo: gli italiani avrebbero molto da imparare da uno scrittore come Thirlwell – la prova che tra il genio e l’analfabeta esistono scrittori capaci di far pensare, divertire, eccitare, incuriosire nello stesso momento, con lo stesso libro, usando intelligenza, acume, buon gusto. E se non ci credete, leggetevi questa intervista che Thirlwell ha rilasciato nel marzo del 2010, in occasione dell’uscita di “La fuga”:  intervista ad Adam Thirwell.

 

Adam Thirlwell

 

Annunci

One thought on “Adam Thirlwell, il desiderio, il sesso

  1. Il sesso? Se nel senso di azione, quando la facevo, certamente non potevo scriverla; dopo, non ci vedevo sesso, al più, conseguenze, liete o meno che sia. 🙂

    Quando si va in macchina, infatti, nessuno parla della benzina. Al più, ci si chiede se c’è, o se basta. 🙂

    Ciao

    Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...