Grafemi

Segni, parole, significato.

Storie di martiri, ruffiani e giocatori

Storie di martiri, ruffiani e giocatori – a cura di Vicolo Cannery – ed. CaratteriMobili

Il 7 giugno è uscita la raccolta “Storie di martiri, ruffiani e giocatori”, curata dall’agenzia letteraria Vicolo Cannery, e pubblicata da CaratteriMobili, con racconti di Andrea Carraro, Angelo Marenzana, Franz Krauspenhaar, Giacomo Cacciatore, Gianfranco Di Fiore, Gianluca Morozzi, Gianni Solla, Giorgio Bona, Giuseppe Zucco, Lanfranco Caminiti, Marilù Oliva, Roberto Mandracchia, Simona Castiglione, Tommaso Giagni e uno scritto da me medesimo.

Nei prossimi giorni conto di tornarci sopra – intanto, sto leggendo i racconti dei miei compagni di vicolo e, mano a mano che vado avanti, mi chiedo: davvero merito di stare insieme a loro? ;-)

Informazioni su Paolo Zardi

Nato a Padova, sposato, due figli, ingegnere, nel 2010 ha pubblicato, con la Neo, una raccolta di racconti dal titolo "Antropometria", nel 2012 il romanzo "La felicità esiste" per Alet Edizioni; quindi una seconda raccolta di racconti per la Neo, "Il giorno che diventammo umani" nel 2013, arrivato alla quarta ristampa e il romanzo breve "Il signor Bovary" per Intermezzi, nel 2014. Ha partecipato a diverse antologie di racconti tra il 2008 e il 2015. Nel 2015 sono usciti il romanzo "XXI secolo" per Neo edizione (finalista allo Strega, al premio Simbad, a "Scrivere per amore" e al Premio Letterario "Città di Moncalieri") e il romanzo breve "Il principe piccolo" per Feltrinelli Zoom. Sempre nel 2015 ha curato l'antologia "L'amore ai tempi dell'apocalisse" per Galaad edizioni. Ultimamente, è molto stanco per un lavoro che non gli dà tregua.

4 commenti su “Storie di martiri, ruffiani e giocatori

  1. giacinta
    15/06/2012

    Non l’o ancora letto, ma sento di poter rispondere tranquillamente SI alla tua domanda:)Un caro saluto

    Mi piace

  2. Zio Scriba
    15/06/2012

    Fammi sapere il modo più veloce per procurarselo (se è distribuito nelle librerie ecc.)… e smetti, meraviglioso amico e grandissimo scrittore che sei, di essere così modesto: addirittura nelle etichette il tuo nome è l’unico che hai messo minuscolo… :-))

    Mi piace

    • Paolo Zardi
      16/06/2012

      Sei sempre generosissimo, caro zio Scriba! ;)
      Dovrebbe essere in tutte le librerie, con una discreta distribuzione… e per i tag, ops, non me ne ero accorto!

      Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci qui il tuo indirizzo email, e riceverai una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo post

Segui assieme ad altri 2.141 follower

XXI Secolo

In un imprecisato futuro del ventunesimo secolo, un uomo percorre le strade di un’Europa assediata dalla crisi e dalla povertà. Vende depuratori d’acqua porta a porta fissando appuntamenti da desolati centri commerciali. Ogni giorno svolge il proprio lavoro con dedizione e rigore avendo come unica ragione di vita sua moglie e i suoi due figli. Che sia un’intera società ad essersi illusa o un singolo individuo, la forza d’urto di una certezza che crolla dipende da ciò che si è costruito sopra. Guardando dritto negli occhi un Occidente in declino, Paolo Zardi racconta il tentativo struggente di un marito di capire quali verità possano nascondersi sotto le macerie delle proprie certezze, lo sforzo commovente di un padre di proteggere la sua famiglia quando tutto sembra franare.

Post consigliati

Vicini di banco

Un’occhata a Twitter

Archivi

L'uomo di pezza

di michele maltauro

bookpills

Racconti raccolti.

Lo scatolone di Aghia Sophia - recensioni e bla bla bla -

Quando non scrivo, dormo. Quando dormo, penso. Nel mio cervello letteratura, musica, cinema, internèt etc. Nello spazio che resta trovate un elefante.

Mamma for Dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

Il blog di Panda Edizioni

Panda Edizioni: dal 1978

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

Il mondo urla dietro la porta

Libri, biscotti, sangue e caffè

light

lèggere luci leggère

Strinature di saggezza

Malleus Rudĭum

scritturacreativasite

Scrivo dunque sono

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 2.141 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: