Dell’essere padovani

Più uno scrittore è dei suoi posti, più sono le possibilità che diventi universale. Isaac B. Singer Sono nato a Padova, e la cosa non mi è mai sembrata una buona idea. Il Veneto, visto dalla finestra del mio piccolo studio, ha la forma bassa delle case a due piani, con le finestre in alluminio,... Continue Reading →

Annunci

L’Anima

Se la pubblicità è l'anima del commercio, non oso immaginare come sia il suo intestino tenue.  

Ciao, Ivo

Esistono dolori di cui è difficile parlare. Si cerca di tenere il cuore lontano da ciò che fa troppo male, sperando che prima o poi il tempo lenisca la sofferenza. In agosto, il padre di mia moglie, Ivo, ci ha lasciati. Dopo lunga malattia, si dice in questi casi: una prima operazione nel dicembre del 2005... Continue Reading →

E’ strano pensare che… – Colin Nissan tradotto da Marco Piazza

Non so quale sia il talento di Marco Piazza – se quello di scovare autori particolarmente brillanti o quello di saper tradurre in modo talmente egregio da non sentire il bisogno di conoscere l’originale. Di sicuro so ogni racconto che ha tradotto vale la pena di essere letto. Questo è pubblicato sul blog di Vicolo Cannery: ci arriva tramite CountryZeb, il blog di Marco Piazza, che, per inciso, varrebbe proprio la pena mettere subito tra i preferiti…

Country Zeb

Il tipo della vignetta qui sopra si chiama Colin Nissan. È uno che scrive parecchio. Io l’ho scoperto per caso mentre pascolavo tra le pagine web di McSweeney’s, rivista sulla quale il Colin Nissan tiene una rubrica di web humor. Ho letto alcuni dei suoi mini-racconti e ho trovato una buona dose di humor. In alcuni casi una dose sufficiente a farti ridere da solo in ufficio mentre gli altri, come te, fanno finta di lavorare. In particolare, in periodo post vacanze, questo breve racconto mi ha fatto parecchio ridere. Mentre lo leggevo, tra un ghigno e un altro, già pensavo a come tradurlo. Ci ho provato e il titolo, che già dice tutto, o quasi, nella mia traduzione è diventato: “È strano pensare che un giorno userò photoshop per cancellarti dalle foto delle vacanze“.  Se volete andate a leggerlo su Vicolo Cannery.

 

View original post

Scrittori e auto-critica

Sul blog de “Le ragazze”, Laura parla del problema della promozione (o autopromozione) degli autori – un tema sul quale mi trovo a riflettere piuttosto spesso: che rapporto deve avere un autore con i libri pubblicati? Che differenza c’è tra un’opera artistica e un prodotto che poi viene venduto?

Il Blog delle Ragazze

Ha destato scalpore in Gran Bretagna la scoperta che tre scrittori, tra cui l’autore di thriller R.J. Ellory, avevano postato sul sito di Amazon in forma anonima delle critiche positive ai propri libri e delle stroncature a quelli dei rivali.

A seguito di questo, 49 importanti scrittori hanno firmato una lettera aperta in cui condannano tale pratica dichiarandosi indignati per quel crimine “fraudolento e dannoso”. Nella lettera si afferma anche che, poiché ormai si acquista online un numero sempre crescente di libri, le raccomandazioni dei lettori assumono un peso rilevante e che “la salute di questo ecosistema dipende da conversazioni libere e oneste tra lettori sinceri”.

Non è la prima volta che accade qualcosa di simile. Due anni fa la reputazione dello storico Orlando Figes andò in pezzi dopo che un autore rivale, stroncato dal lui sempre in modo anonimo su Amazon, lo smascherò denunciando anche le appassionate recensioni che…

View original post 233 altre parole

50 autori per 50 sfumature di… noir!

Come già anticipato nel post precedente, tra il 28 e il 30 settembre, a Padova, si terrà il festival di SugarPulp. Il post di GIacomo Brunoro, presidente dell’associazione culturale SugarPulp, spiega di cosa si tratta, e quali sono i buonissimi motivi per fare un salto a Padova!

(Ex) Zona San Siro Picture Show

Se vi capita di passare da queste parti sapete che a fine settembre a Padova torna il Sugarpulp Festival (Centro Culturale San Gaetano, 28-29-30 settembre 2012), il grande party culturale che vuole celebrare la grande cultura popolare del noir, del fumetto e del cinema.

Anche quest’anno ci saranno più  di 50 scrittori, disegnatori e sceneggiatori: da Linwood Barclay e Allan Guthrie, da Maxim Jakubowski a Tim Willocks; e poi Fulvio Ervas, Maurizio De Giovanni, Alan Altieri, il maestro Giorgio Cavazzano, Tito Faraci, Pasquale Ruju, Alessandro Vitti, Stefano Tamiazzo… tanti, tantissimi.

Oltre agli appuntamenti con gli autori ci saranno workshop, mostre fotografiche, reading teatrali, un’installazione dell’artista Carlo Strano e una serie di special guest dal mondo dello spettacolo italiano (Andrea e Michele, Federico Russo, Dolly Lamour). E poi le grandi cene del venerdì e sabato che molto probabilmente anche quest’anno si trasformeranno in party molto… pericolosi!

Tra i tanti eventi segnalo…

View original post 47 altre parole

Parlare di libri

Per il secondo anno consecutivo, il gruppo che ruota intorno a Sugarpulp, il movimento letterario creato da Matteo Righetto e Matteo Strukul, organizza a Padova il festival di Sugarpulp. E' un festival particolarmente originale: organizzato dal "basso", cioè da un piccolo manipolo di scrittori e lettori che amano quello che fanno, cerca di mettere insieme... Continue Reading →

Le bugie hanno il naso lungo

Una delle invenzioni più felici di Collodi è stata quella del naso di Pinocchio che si allunga quando il suo proprietario dice una bugia: è un'idea suggestiva, che da un lato ha sempre suscitato la meraviglia dei piccini, e dall'altro ha fornito agli adulti un discreto strumento per disincentivare la tendenza, propria dell'homo sapiens, a... Continue Reading →

La separazione delle carriere

Secondo Wikipedia, è possibile considerare "scrittore" un tizio che abbia pubblicato almeno tre libri, con case editrici non a pagamento e con distribuzione nazionale. Secondo questo criterio, Giuseppe Tommasi di Lampedusa non è uno scrittore, mentre Federico Moccia sì. In realtà, Wikipedia si preoccupa che nel suo archivio vengano inserite solo voci che abbiano un... Continue Reading →

L’attimo

Ho iniziato a scrivere racconti nel 2007. Il motivo è stato piuttosto banale: avevo un blog nel quale parlavo dei miei ricordi, e a un certo punto li ho finiti. O meglio: ho finito quelli che potevano sembrare interessanti, cioè quelli che possedevano una qualche forma drammatica. I primi racconti erano piuttosto eterogenei, ed è stato soprattutto... Continue Reading →

Sabrina Barbante parla de “La felicità esiste” su Read&Fly

Sul numero di agosto di Read&Fly, rivista distribuita negli aeroporti di Malpensa e Linate, Sabrina Barbante, della quale avevo scritto in questo post, parla de "La felicità esiste",  e mi fa alcune domande particolarmente interessanti (se non altro per me che ho dovuto rispondere). Della rivista esiste una versione che si può leggere on line, e... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: