Luoghi virtuali #7

Grazie a Internet, e in particolare a Google, vera intelligenza della rete, e ancor di più a Google Map, l’invenzione più importante degli ultimi cinquant’anni, mi diverto a identificare i luoghi virtuali – cioè quei posti, quelle città, quelle vie, che conosciamo attraverso film, video, immagini, ma che, evidentemente, corrispondono a luoghi reali. Dove si svolge il video di Bitter Simphony dei Verve? Dove si è tenuto il concerto di David Bowie a Berlino alla fine del quale Christiane F. si era fatta il suo primo buco? Ho cercato, ho spulciato, ho incrociato dati, e ho trovato le risposte – alcune delle quali possono essere trovate in uno di questi post.

Ma non sempre si riesce a trovare la soluzione. E quando succede, quando un luogo virtuale non può essere ricondotto a un luogo reale, è come se mancasse qualcosa. Ad esempio,  la foto che compare nella pagina di Login di Outlook 365 della Microsoft resiste a ogni ricerca. Non c’è alcuna utilità, nel saperlo; ma non saperlo è una piccola crepa nel delirio di onnipotenza che la forza smisurata  di Internet alimenta. Ammettere che qualcosa non può essere individuato, che esiste un limite oltre al quale non ci si può spingere, potrebbe restituire al mondo la sua misura umana. Internet tornerebbe  a essere considerata fallibile, limitata; e, forse, farebbe meno paura., perché potremmo dire che le vie, gli scorci, i tramonti, i laghi, gli uomini sono più numerosi, e più vari, di quanto la rete riesce a ricordare, conoscere, ricordare. E se non fosse così? Se esistesse un modo per capire, per sapere, dove si trova anche questo piccolo angolo di mondo sul quale sta calando il sole? Qualcuno riesce a scoprirlo?

Dove siamo?
Dove siamo?
Annunci

18 thoughts on “Luoghi virtuali #7

  1. Interessante…non lo conosco, ma di istinto mi ha ricordato l’innesto tra A27 e tangenziale di Mestre arrivando da Treviso. 🙂 ma qui le palme non ci sono!!!
    Non è un paese anglosassone, è di mare, dal tipo di auto e dal contesto è benestante, il sole che sembra al tramonto mi indurrebbe in costa occidentale stati uniti, o Portogallo?
    Ora mi resta la curiosità…

    Mi piace

          1. In effetti qualcosa ce l’ha..
            La cosa interessante di questa foto è quello che vuole trasmettere: una certa solidita’ economica (le macchine, il traffico) immersa in una natura rigogliosa, con un sole caldo, e un albergo, quindi relax, in mezzo alle palme. Si lavora, sembra dire, ma per poter vivere nel lusso. Molto assertivo! 😉

            Mi piace

    1. Non avevo visto il cartello.. Da poco mi sono attrezzato con una lente per contrastare la vista che sto perdendo, ma per questa foto non l’ho utilizzata – avrei dovuto!
      Sarebbe curioso vedere quanto complicato sarebbe localizzare uina delle foto che tu scatti in giro per il mondo!

      Mi piace

      1. Secondo me quelle sono molto complicate perché o uno ci è stato oppure trovare indizi non è facile, in mezzo alla natura.
        Devo comunque rivalutare la fotografia urbana: può comunque dare soddisfazione

        Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...