Grafemi

Segni, parole, significato.

A Pordenone oggi si legge!

In giro per Pordenone – troppe code, troppe bancarelle – ma per qualche giorno un sacco di persone che hanno voglia di parlare di libri. Sotto rimane il dubbio di … Continua a leggere

21/09/2013 · 8 commenti

Mirco Buso

Ci sono storie che iniziano dalla fine: Al Pacino viene ferito a morte nella prima scena di “Carlito’s way”, Ivan Il’ič muore nel titolo, la famiglia di Anna Frank è stata … Continua a leggere

19/09/2013 · 18 commenti

Catarsi in do minore

Anni fa frequentavo, con grandissima soddisfazione, una comunità di blogger particolarmente attiva e stimolante. La piattaforma, la piccola blogs.it, aveva mille magagne ma le sue particolari dimensioni – abbastanza grande … Continua a leggere

18/09/2013 · 12 commenti

L’inserto del lunedì – un racconto sulla famiglia di Matteo Moscarda

Fa sempre una certa impressione trovare una storia che assomiglia alla tua idea di racconto. “Regalo di compleanno” di Matteo Moscarda mi ha fatto questo effetto: il tema trattato (l’amore … Continua a leggere

16/09/2013 · 5 commenti

Gioco, quindi scrivo?

Quando una domenica pomeriggio di fine maggio siamo passati, per caso, davanti a una libreria chiusa in zona universitaria, Matija, che ha sei anni e che sta scoprendo ora il … Continua a leggere

08/09/2013 · 5 commenti

Gli eroi – i luoghi dell’infanzia #4

L’ho chiamato da lontano – il sole era già tramontato, e il campo in erba sintetica brillava sotto le luci artificiali – per dirgli che era ora di tornare a … Continua a leggere

03/09/2013 · 4 commenti

Inserisci qui il tuo indirizzo email, e riceverai una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo post

Segui assieme ad altri 2.801 follower

XXI Secolo

In un imprecisato futuro del ventunesimo secolo, un uomo percorre le strade di un’Europa assediata dalla crisi e dalla povertà. Vende depuratori d’acqua porta a porta fissando appuntamenti da desolati centri commerciali. Ogni giorno svolge il proprio lavoro con dedizione e rigore avendo come unica ragione di vita sua moglie e i suoi due figli. Che sia un’intera società ad essersi illusa o un singolo individuo, la forza d’urto di una certezza che crolla dipende da ciò che si è costruito sopra. Guardando dritto negli occhi un Occidente in declino, Paolo Zardi racconta il tentativo struggente di un marito di capire quali verità possano nascondersi sotto le macerie delle proprie certezze, lo sforzo commovente di un padre di proteggere la sua famiglia quando tutto sembra franare.

Post consigliati

Vicini di banco

Un’occhata a Twitter

Archivi

l'eta' della innocenza

blog sulla comunicazione

Voglio scrivere di te

Dove le emozioni sono fatti

Il Dark che vive in te

OGNI LUCE, HA I SUOI LATI OSCURI

Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

il kalù

Life is too short to drink bad wine

Chez Giulia

Vorrei un uomo che mi guardi con la stessa passione con cui io guardo un libro.

Marco Milone

Sito dello scrittore Marco Milone

intempestivoviandante's Blog

Racconti, teatro, letteratura

Itìnera

Il Magazine di Una Romana in America