Un corso di scrittura!

Finalmente sono riuscito a mettere giù un calendario degli incontri!

    sabato 9 novembre 2013
sabato 14 dicembre 2013
sabato 18 gennaio 2014
sabato 15 febbraio 2014
sabato 15 marzo 2014
sabato 10 maggio 2014

dalle 15 alle 18, in via Giacomo Medici 2/a (una laterale di via Pilade Bronzetti), a Padova.

Gli incontri sono incentrati prevalentemente sull’arte dello scrivere un racconto: cos’è che fa funzionare un racconto? Perché i racconti di Cechov, o della O’Connor, o di Carver, sono così belli? Partendo dall’analisi dei “racconti perfetti”, si cercherà di acquisire consapevolezza degli strumenti e delle tecniche che stanno alla base della scrittura, per migliorare il proprio stile e creare qualcosa di cui essere orgogliosi. Ma il punto centrale di questo corso – per certi versi anomalo – saranno i racconti scritti dai partecipanti, e l’interazione tra un incontro e l’altro: consigli, editing, riscrittura, suggerimenti sul materiale prodotto – un lavoro riga per riga, parola per parola. La teoria sarà solo il punto di partenza – uno spunto per provare a fare meglio. Io sono pronto a rimboccarmi le maniche, e a lavorare duramente per tirare fuori il meglio di voi!

Il costo di partenza del corso è di 130 euro, al quale vanno aggiunti 20 euro di iscrizione all’associazione che ci ospita. Per partire, serve la conferma definitiva di almeno otto persone; se raggiungiamo le dieci persone il costo diventa 120 e se arrivano dodici persone (il numero massimo che sono in grado di gestire) la quota da versare arriverà a 110 euro. Il pagamento avverrà durante il primo incontro.

Il termine ultimo per l’iscrizione – che deve avvenire via mail, scrivendo a paolo.zardi[chiocciola]gmail.com – è il 31 ottobre. Sarà poi mia cura confermare a tutti l’effettiva partenza entro il 2 novembre.

A presto!

Annunci

2 risposte a "Un corso di scrittura!"

Add yours

  1. Gentile Zardi, vedo che lei non considera un limite, se non proprio un ostacolo, analizzare il linguaggio di un racconto in traduzione, per di più da una lingua, il russo, così diversa dall’italiano. Le sarei grato se me ne spiegasse le ragioni. Grazie. Francesco Di Vincenzo

    Mi piace

    1. Gentile Di Vincenzo, la sua osservazione è molto pertinente. Tuttavia, nel caso specifico del raccconto di Cechov, l’analisi compiuta si limita ad aspetti macroscopi, legati alla punteggiatura e alla congiunzioni, sui quali generalmente la traduzione non introduce variazioni significative – diverso sarebbe stato il caso in cui avessi considerato figure retoriche quali l’alliterazione, o avesssi compiuto un’analisi sulla lunghezza media delle parole, o avesssi evidenziato la presenza di qualche particolare lettera in punti cruciali della storia.
      Se per caso lei avesse la versione russa di “Viaggio sul carro”, scritta in caratteri latini, sarei ben contento di eseguire la stessa analisi quantitativa, per vedere quanto valida sia la mia ipotesi.
      Grazie per l’intervento,
      Paolo

      Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

Episodi (abbastanza) brevi

Spero, credo, insomma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: