Grafemi

Segni, parole, significato.

L’inserto del lunedì – Esperimento della depressione, di Filippo Balestra

Ho conosciuto Filippo  “Pippo” Balestra a Torino, durante l’ultimo Salone del Libro, alle Officine Corsare: entrambi eravamo stati invitati a uno story slam (mi pare si dicesse così), una sfida, cioè, di … Continua a leggere

27/01/2014 · 5 commenti

“Il ciclo” di Ilaria Vajngerl e Lorenzo Maragoni ai Carichi Sospesi

Gioia cambia. È una vecchia che guarda dal balcone, una bambina che parla con gli animali. Gioia è una signora sola, annaffia i gerani e porta il gatto nel passeggino, … Continua a leggere

18/01/2014 · Lascia un commento

Le avventure di Augie March – Saul Bellow

Da qualche mese sto leggendo “Le avventure di Augie March” di Saul Bellow, in una vecchia edizione Einaudi del 1962, con la traduzione di Vincenzo Mantovani (da quello che mi … Continua a leggere

12/01/2014 · 2 commenti

Franco, e il Pirro

L’anno scorso, alla fine di giugno, è morto Franco Baroni. Ne dava breve notizia la versione digitale de “La Nuova Venezia”, giornale locale: Se n’è andato in silenzio, salutato da … Continua a leggere

11/01/2014 · 13 commenti

Italian graffiti

Oggi ho trovato, su Twitter (non ricordo l’utente che l’ha postata) questa foto: Mi è tornato, allora, in mente un vecchio post, scritto nel 2007, dopo un pomeriggio passato lungo … Continua a leggere

07/01/2014 · 16 commenti

La complessità, l’immoralità e altri (presunti) nemici del lettore

Libri o autori? Parlando con le persone che conosco, credo di avere intuito che esista un criterio che consente di dividere i lettori in due grandi gruppi: ci sono quelli … Continua a leggere

03/01/2014 · 25 commenti

Luna piena

Qualche giorno fa, mentre facevo colazione in cucina, Radio Birichina (!) ha trasmesso una delle mie canzoni preferite: Moondance di Van Morrison. Quando era stata la prima volta che l’avevo sentita? Credo … Continua a leggere

03/01/2014 · 2 commenti

Rubare tempo all’allegria – Marina Sangiorgi

Esistono i racconti, esistono i racconti lunghi (che gli anglosassoni chiamano novella) ed esistono i romanzi – una classificazione piuttosto becera, che aiuta soprattutto gli editori a prendere le loro decisioni. … Continua a leggere

02/01/2014 · 1 Commento

Tra il 2013 e il 2014

Finisce un anno, ne inizia un altro, e, banalmente, è tempo di bilanci. Durante il 2013 ho letto parecchio, anche se meno di quanto avrei voluto. Ho iniziato con Limonov di Carrere, … Continua a leggere

01/01/2014 · 17 commenti

Inserisci qui il tuo indirizzo email, e riceverai una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo post

Segui assieme ad altri 2.973 follower

XXI Secolo

In un imprecisato futuro del ventunesimo secolo, un uomo percorre le strade di un’Europa assediata dalla crisi e dalla povertà. Vende depuratori d’acqua porta a porta fissando appuntamenti da desolati centri commerciali. Ogni giorno svolge il proprio lavoro con dedizione e rigore avendo come unica ragione di vita sua moglie e i suoi due figli. Che sia un’intera società ad essersi illusa o un singolo individuo, la forza d’urto di una certezza che crolla dipende da ciò che si è costruito sopra. Guardando dritto negli occhi un Occidente in declino, Paolo Zardi racconta il tentativo struggente di un marito di capire quali verità possano nascondersi sotto le macerie delle proprie certezze, lo sforzo commovente di un padre di proteggere la sua famiglia quando tutto sembra franare.

Post consigliati

Vicini di banco

Un’occhata a Twitter

Archivi

Cadillac

La famosa rivista letteraria

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

La voce di Calibano

sembra che le nuvole si spalanchino e scoprano tesori pronti a piovermi addosso

Cherie Colette

Più libri, più liberi

Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

l'eta' della innocenza

blog sulla comunicazione

Voglio scrivere di te

La cartografia delle emozioni

Il Dark che vive in te

OGNI LUCE, HA I SUOI LATI OSCURI

donutopenthisblog.wordpress.com/

di Giulia Sole Curatola

il kalù

Life is too short to drink bad wine

Chez Giulia

Vorrei un uomo che mi guardi con la stessa passione con cui io guardo un libro.