Il signor Bovary

Quindi, è uscito: dopo un’attesa di qualche mese, dal’8 maggio del 2014 è disponibile il mio ultimo lavoro, il racconto lungo, o romanzo breve, “Il signor Bovary”. Esce per la Intermezzi Editore, casa editrice toscana, che tra le altre cose ha scoperto e lanciato Stefano Sgambati, ora autore minimum fax, e Daniele Pasquini, che l’anno scorso ha fatto parlare di sé con “Le rockstar non muoiono mai”.
Il libro esce in formato digitale, in una collana dedicata a storie lunghe ottantamila caratteri, un formato poco frequentato dalle case editrici: troppo lungo per essere inserito in un’antologia di racconti, troppo corto per diventare un libro autonomo. Per questo la Intermezzi ha scelto, per questo tipo di libri, la strada del digitale: le poche copie stampate vengono utilizzate negli eventi come presentazioni e fiere, ma non si troveranno mai in libreria. Sono copie rare, numerate. Ma di ebook ce ne sono quanti se ne vogliono.

UCRAINA 2011 606
La periferia del signor Bovary

Tra le cose che ho scritto fino a questo momento, “Il signor Bovary” è quello che mi ha dato più soddisfazione durante la scrittura. La lunghezza è congeniale: c’è abbastanza spazio per disegnare una trama, ma non troppo da correre il rischio di diluirla in mille rivoli. Per la prima volta mi sono sentito uno “scrittore”: è stata una sensazione particolare, a tratti inebriante. Cosa significa sentirsi uno scrittore? Credo che abbia a che fare con la consapevolezza di riuscire a creare ciò che si stava pensando, esattamente nel modo in cui lo si aveva pensato. Ora “Il signor Bovary” aspetta di essere letto. Non ho mai promosso i miei libri – credo che siano abbastanza adulti da potersi muovere sulle loro gambe – ma in questo caso faccio un’eccezione. Costa poco: 2.99 euro (la versione cartacea, quella rara, 2 euro in più). E’ avvincente, credo, e scritto con una certa cura. Anche se è piccolino, si sa difendere – non teme nessuno dei “libri grandi” usciti in Italia nell’ultimo anno. Lo dice anche la libraia di UltimaBooks, vetrina on line di vendita di ebook, che oggi lo consiglia nella prima pagina del suo sito… Un piccolo libro, insomma: lo facciamo diventare grande? 🙂

ultima

Annunci

17 thoughts on “Il signor Bovary

  1. Voglio a tutti i costi il cartaceo! Lo vorrei anche se di euro in più ne costasse venti! 🙂

    Intanto, felicitazioni per il nuovo nato. Sono eventi così rari e preziosi, in questo misero paese…

    Un abbraccio.

    Mi piace

    1. grazie per le felicitazioni, caro Nicola! in cartaceo c’è solo per le presentazioni – vediamo se riusciamo a combinare in qualche modo… 😉
      ps qui sotto c’è una lettrice che tra poco ti leggerà! 🙂

      Mi piace

  2. Io celooooo!!! E ho anche la vesrione cartacea rara ( 5 euro con dedica sbagliata 🙂 ) Zio Scriba al Salone mi sono comprata il TUO libro , lo volevo troppissimoooooo!!
    E’ in scaletta , prima Zardi , poi Dara , ed infine te!

    Mi piace

    1. ah ah, la tua dedica era sbagliata inizialmente, ma poi la tua è andata a finire a Roberta, e tu ti sei beccata quella giusta, con la posologia inclusa! 😉
      buon Pezzoli, ti piacerà e ti farà stare benissimo!

      Mi piace

  3. Gli auguri da un profilo che si chiama Salone del Lutto rischiano d’essere inquietanti. E comunque sono innocua, giuro! Leggendoti, sempre, ti acquisterò in e-book (è il formato che si adatta meglio ai miei occhi, anche se annulla tutte le altre percezioni). In bocca al lupo Paolo. Ciao, Silvia

    Mi piace

  4. E io lo lessi. Ora penso qualcosa di sensato da dire 😉
    Intanto dico che si legge di corsa, con partecipazione emotiva, qualsiasi cosa significhi ma non quello che penserete dopo averlo letto, e che a tratti stupisce. Qualcuno ha scritto ‘divertente’ (mi pare di avere letto in qualche articolo in rete) ma io non l’ho trovato affatto divertente. Coinvolgente e abbastanza originale. La cifra di Zardi c’è tutta, fin dall’incipit. Basta, altrimenti scrivo una recensione qui.

    Mi piace

    1. Buongiorno Giovanni, esiste solo il formato digitale, che può essere acquistato su ultimabooks.it, bookrepublic.it o direttamente sul sito dell’editore – più tardi recupero l’indirizzo corretto del sito. Grazie e a presto! Paolo

      Inviata con Windows Phone

      Mi piace

      1. Sarò un caso difficile, ma non riesco a comprare il libro! il primo sito accetta solo paypal, e il secondo le carte della banca sella…nessuno vuole carte Intesa? Se Le mando i soldi via posta me lo può inviare? Saluti

        Mi piace

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...