Il crudele sguardo del ricordo

Flannery O'Connor, grandissima scrittrice statunitense, era del parere che scrivere fosse, prima di tutto, un modo diverso di guardare. Esiste un mondo, là fuori, esiste una realtà,  una vita che, usando le parole di Stevenson, scrittore scozzese giramondo, è brutale, incoerente, sconnessa, piena di catastrofi inesplicabili, illogiche e contraddittorie; ed esiste poi l'atto di raccontare, uno sforzo con il quale si cerca... Continue Reading →

Annunci

La vertigine

Leggere non serve a niente. Le cose che servono sono l'insalata, un orologio che non perde minuti, coltelli che tagliano, uno stipendio o una rendita, un cappello per l'estate e un buon cappotto per l'inverno. La salute. Lo spazzolino per i denti. Il sapone, ecco. E un paio di scarpe. Ma leggere... leggere non serve... Continue Reading →

Luoghi virtuali #9 – Aguzzate la vista

Un posticino simpatico, in Romania: Roşia Montană, Distretto di Alba. Miniera d'oro, laghetto dove buttare gli avanzi dell'estrazione - praticamente una pozza di cianuro e fango. Dai satelliti di Google, uno spettacolo colorato è un po' surreale. Bene. Ora, aguzzate la vista. Vicino alla scritta, sotto la L di Laz, a sinistra della V di Valea,... Continue Reading →

Il signor Bovary – le prime impressioni

Quando esce un libro - quando esce un tuo libro, qualcosa sulla quale hai speso tempo, e bruciato passioni - le prime impressioni assomigliano all'eco prodotto da una montagna lontana verso la quale si ha gridato: significa che, nonostante le difficoltà del mercato editoriale, e i problemi della distribuzione, che spesso latita, qualcosa, dall'altra parte è arrivato.... Continue Reading →

Ex voto

Venerdì scorso, dopo aver assistito a una presentazione di Stefano Sgambati a Padova, e aver bevuto uno spritz in un bellissimo bar affacciato su Piazza dei Signori, e aver mangiato una pizza salatissima dalle parti di via Santa Lucia, e aver bevuto un secchio di gin tonic in Prato della Valle, tornando verso casa, a piedi... Continue Reading →

Io ero l’Africa – Roberta Lepri

Qualche anno fa un'amica mi aveva consigliato di partecipare a un concorso di racconti promosso da un'azienda siciliana di caffè, la Moak. Il tema era, ovviamente, il caffè. Accettai, per il motivo per il quale si dovrebbe accettare di partecipare ai concorsi: per cercare nuove strade. Feci molta fatica a scrivere quel racconto, e il... Continue Reading →

L’inserto del lunedì – La pioggia, di Daniele Trevisan

Come si sentivano i cercatori d'oro quando trovavano una piccola pepita? Credo di saperlo. Da poco ho concluso una serie di incontri con dieci esseri umani i quali hanno deciso di confrontarsi sulla scrittura. Abbiamo passato insieme sei pomeriggi, tra novembre e maggio - panettoni, frittelle, colombe, fragole, prosecchi e trecce di pane. E setacciando con pazienza... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Penitenziagite! (Un cadavere nella Rete)

La prima Social Network Novel in assoluto

RdC: la rubrica del complimento

Mi prendo in giro da sempre. Perchè smettere proprio ora?

Settepazzi

Riflessioni sulla letteratura Latinoamericana di Antonio Panico

50 libri in un anno

COLLETTIVO UMILE DI LETTORI E RECENSORI

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: