Il mondo di Nicola Pezzoli (2/4)

Come anticipato la settimana scorsa ecco la seconda parte della lunga chiacchiareta con Nicola Pezzoli su suoi libri, la sua attività di scrittore, il suo rapporto con la letteratura e l’editoria. Il mondo di Nicola Pezzoli – seconda parte #4 Dietro ogni romanzo c’è il mondo dell’autore – un mondo che con il tempo cambia,…

PAOLO ZARDI racconta XXI SECOLO

Un po’ di tempo fa Letteratitudine mi ha chiesto di parlare di XXI secolo – come è nato, qualche retroscena… Devo dire che questa richiesta da un lato ha solleticato il mio narcisismo, e dall’altro mi ha permesso di spiegare alcuni aspettti del romanzo che talvolta sono stati fraintesi (ad esempio, la natura dell’impianto “filosofico”…

27 marzo 2015: XXI secolo!

Il 27 marzo del 2015 uscirà il mio nuovo romanzo dal titolo “XXI secolo”, pubblicato dalla mia casa editrice preferita, la Neo Edizioni. Le presentazioni inizieranno il giorno stesso: il 27 marzo alla Libreria Ubik di Castelfranco, il 28 marzo alla Libreria Zabarella di Padova. Entrambe saranno moderate da Francesco Coscioni, editore. E anche se il libro…

5 libri meravigliosi e inspiegabilmente sottovalutati

Come promesso qui, dopo i 5 libri più deludenti della storia, arriva il momento di parlare di 5 libri che possiedono una singolare caratteristica: io li trovo bellissimi, ma pochi sembrano condividere il mio punto di vista, o non hanno avuto il successo che avrebbero meritato. Si sa che in letteratura, donne e politica i pareri sono piuttosto eterogenei,…

Più libri, più liberi, e un po’ di spam

Dal 4 all”8 dicembre, a Roma, c’è la fiera dell’editoria indipendente (da chi?), a Roma, al Palazzo Congressi dell’EUR, in Piazzale Kennedy 1. Si chiama Più Libri Più Liberi, affermazione che trovo vera solo in parte perché prescinde dai contenuti, di questi libri: non basta stampare carta per creare libertà. Comunque, è una buona occasione…

La vertigine

Leggere non serve a niente. Le cose che servono sono l’insalata, un orologio che non perde minuti, coltelli che tagliano, uno stipendio o una rendita, un cappello per l’estate e un buon cappotto per l’inverno. La salute. Lo spazzolino per i denti. Il sapone, ecco. E un paio di scarpe. Ma leggere… leggere non serve…

Torino, un’esperienza

Era dai tempi di Gardaland che non vedevo tante facce così da vicino – dal giorno in cui aspettai due ore e mezza in coda per fare un giro su Space Vertigo, schiacciato tra nasi, culi, barbe, orecchini, tatuaggi, fiati, ascelle, e denti di ogni forma e colore. Il Salone del Libro è soprattutto questo,…

La mia famiglia editoriale

Al Salone del Libro, a Torino, ho una piccola famiglia: sono i miei editori, i ragazzi della Neo e quelli di Intermezzi, con i quali sto percorrendo una strada qualche volta complicata, ma sempre piena di entusiasmo e soddisfazioni! E non è semplice scrivere cose belle senza sembrare retorica – forse non siamo più abituati…

Al Salone del Libro!

E come ogni, si rinnova il rito del Salone del Libro di Torino. Non so se sia un evento importante, dal punto di vista della cultura, e, tutto sommato, me ne frega il giusto: con il passare del tempo ho sviluppato un sentimento piuttosto pessimista, o fatalista, sulla possibilità che la lettura diventi il primo pensiero per…

Diverso sarò io!

Segnalo, con molto piacere, un concorso letterario organizzato dall’associazione Pesce Pirata, una realtà bella e intraprendente, dal titolo particolarmente interessante: Diverso sarò io. Dal loro manifesto, leggo: Un concorso etico-letterario per veicolare il messaggio di inclusione delle differenze nella società, attraverso la forma del racconto. Mi piace questo aspetto etico, e mi piace il tema…

La piccola editoria

Due mesi fa l’ottima rivista online “Parallelo 41” mi ha chiesto di scrivere qualcosa sul mio rapporto con la piccola editoria. L’articolo è uscito il 15 marzo, con il titolo “Io, piccolo scrittore Neo in incognito che so dov’è casa“. Mi piace riproporlo anche qui su Grafemi, quando mancano meno di due settimane all’inizio Salone del Libro…

Tra il 2013 e il 2014

Finisce un anno, ne inizia un altro, e, banalmente, è tempo di bilanci. Durante il 2013 ho letto parecchio, anche se meno di quanto avrei voluto. Ho iniziato con Limonov di Carrere, comprato in digitale il primo gennaio del 2013, approfittando di uno sconto di Bookrepublic.it – un ottimo libro, anche se qualche mese prima avevo letto…