Six minutes

Negli ultimi anni mi è capitato, in più di qualche occasione, di capire come doveva sentirsi Little Tony quando gli chiedevano di suonare “Cuore matto” per la centomillesima volta: anch’io, come lui, nel mio piccolo ho un cavallo di battaglia, un racconto che “funziona” molto bene nelle presentazioni, qualcosa che potrebbe essere considerato un eloquente biglietto…

Se Paolo Bonolis legge “Il bacio”

Sebbene io non sia un grande appassionato di televisione, che di fatto ho smesso di guardare intorno alla fine degli anni novanta, scopro di essere anch’io, come molti, sensibili al fascino dell’uomo di spettacolo: al suo semplice “essere famoso”. Venerdì 26 settembre, all’interno di una rassegna che ha percorso l’intera estate romana, il signor Paolo…

Sei minuti

Racconto di apertura della mia raccolta di racconti Antropometria uscita per la Neo Edizioni nel 2010. Ci vediamo al Salone del Libro di Torino! Una notte, camminando lungo il marciapiede che costeggia un piccolo parco senza recinzione, con le panchine in legno ricoperte da frasi scritte con l’uniposca, l’altalena verso il bordo di un silenzio molto protettivo,…

Il giorno che diventammo umani

Giovedì 10 ottobre 2013 è ufficialmente uscito “Il giorno che diventammo umani”, la mia nuova raccolta di racconti edita, come “Antropometria”, dalla Neo Edizioni. La copertina (che io adoro) è di Toni Alfano. Dopo “La felicità esiste”, il romanzo edito da Alet (ora Fandango) sono tornato ai racconti, e sono tornato alla Neo Edizioni –…

A come “Antropometria” (o P come Paolo Zardi)

Stefania recensisce “Antropometria”, la mia prima raccolta di racconti uscita per la Neo Edizioni nel 2010, nel sito L come Libro, soffermandosi specialmente sul racconto “L’urlo”. Una raccolta di racconti che hanno in comune l’improvviso, quella cosa che ti capita quando meno te l’aspetti e che stravolge la tua vita, facendoti cambiare prospettiva su tutto ciò che hai…

Il futuro, adesso

Il futuro non esiste. Il presente, avanzando, se lo mangia un giorno alla volta, buttandolo nello scatolone del passato. Oppure il futuro esiste, ma continua a cambiare: c’è il futuro di questo momento, e c’è il futuro che avrò domani, quando avrò preso qualche decisione in più ai bivi che si presenteranno. E’ come per…

La separazione delle carriere

Secondo Wikipedia, è possibile considerare “scrittore” un tizio che abbia pubblicato almeno tre libri, con case editrici non a pagamento e con distribuzione nazionale. Secondo questo criterio, Giuseppe Tommasi di Lampedusa non è uno scrittore, mentre Federico Moccia sì. In realtà, Wikipedia si preoccupa che nel suo archivio vengano inserite solo voci che abbiano un…

L’attimo

Ho iniziato a scrivere racconti nel 2007. Il motivo è stato piuttosto banale: avevo un blog nel quale parlavo dei miei ricordi, e a un certo punto li ho finiti. O meglio: ho finito quelli che potevano sembrare interessanti, cioè quelli che possedevano una qualche forma drammatica. I primi racconti erano piuttosto eterogenei, ed è stato soprattutto…

Una chiacchierata con Masticone su editoria e scrittura

Su un blog molto interessante, quello di Masticone, c’è una lunga chiacchierata che abbiamo fatto io e il blogger che lo gestisce, su editoria e scrittura. Ho molto apprezzato la bella “atmosfera” che si è creata, e credo che alla fine sia venuto fuori un bello scambio, con qualche spunto interessante. Gli argomenti trattati hanno…

Francesco Coscioni legge Antropometria

Al festival della scrittura di Montesilvano, splendidamente organizzato da Alessio Romano, che si è svolto alla fine di ottobre, anno 2011, Francesco Coscioni, editore, Neo Edizioni, legge un brano tratto da “Antropometria”, la mia raccolta di racconti. Ci sono volte in cui mi piacerebbe avere il suo accento!  

La presentazione a Castel di Sangro

Presentazione a Castel di Sangro del 28 ottobre 2011. Parlo io, e parla l’editore Francesco Coscioni. Bellissima esperienza – ma che difficile ascoltarsi parlare!  

Luoghi virtuali #3

Il mondo pullula di piccole città. Di piccole città insignificanti, dove vivono migliaia di persone che non si sposterebbero da là per nulla al mondo, perché le comunità si costruiscono attorno alle persone che la vivono, ai luoghi che insieme si frequentano. La settimana scorsa, ad esempio, ero a Castel di Sangro, una piccola città…

Francesca Gavio recensisce Antropometria su Lucidamente

Antropometria – Paolo Zardi L’umanità di un diabolico abbraccio tra amore e dolore Ogni narrazione è un’istantanea che permette al lettore di scattare una foto della scena che Zardi descrive, di avere di fronte a sé l’immagine nitida di ciò che sta accadendo. Se, da un lato, sembra raccontare con distaccato cinismo…   Francesca Gavio, su…

Alessandro Greco recensisce Antropometria ne “Sul romanzo”

Alessandro Greco scrive una bella recensione di “Antropometria” nel lit-blog “Sul romanzo”. Questo l’inizio: In Italia, lo dicono i numeri, i racconti non si leggono. Nelle altre culture, in particolar modo in quella anglosassone, i racconti occupano un gradino rilevante nel podio letterario. In Italia, invece, i racconti non si leggono e gli editori faticano…