Luoghi virtuali #11 – in giro con gli scheletri

Tra i piaceri superflui che meglio mi definiscono, oltre a quello per i peperoncini, spicca il mio amore (perché di amore si tratta) per Street view, sul quale ho passato diverse ore della mia vita. Al di là della goduria di girare per città sconosciute, poche cose mi divertono tanto quanto provare a riconoscere un…

Luoghi virtuali #10 – Il fulmine

Ci sono persone che scaricano foto di piedi, altre che non si perdono una puntata di Games of Thrones e altre ancora che raccolgono francobolli (anche se sospetto che siano sempre meno); io, invece, mi diverto a trovare su Google Maps i luoghi che incrocio sul web, partendo da microscopici dettagli, con un certo lavoro…

Viaggio nel tempo

Non mi stancherò mai di dirlo: la più grande e più importante invenzione del ventunesimo secolo è Google. I suoi creatori meriterebbero il Nobel – per l’economia, la fisica, la pace, la letteratura. Con il motore di ricerca hanno reso reale un racconto di Borges, lo splendido “L’Aleph” in cui si racconta la storia di…

Luoghi virtuali #9 – Parkour!

Quando andrò in pensione, voglio dedicarmi al parkour, che, per chi non lo sapesse, consiste nel saltare da una casa all’altra come nel film “La tigre e il dragone”. L’idea mi è venuta guardando un video che sta girando su Facebook nel quale si vede un ragazzo di colore che per più di due minuti…

Luoghi virtuali #9 – Aguzzate la vista

Un posticino simpatico, in Romania: Roşia Montană, Distretto di Alba. Miniera d’oro, laghetto dove buttare gli avanzi dell’estrazione – praticamente una pozza di cianuro e fango. Dai satelliti di Google, uno spettacolo colorato è un po’ surreale. Bene. Ora, aguzzate la vista. Vicino alla scritta, sotto la L di Laz, a sinistra della V di Valea,…

Luoghi virtuali #8

Ecco cosa mi piace fare: puntare a caso il dito su una mappa e vedere cosa c’è. Questa sera ho trovato, dalle parti dell’Angola, un fantasma che guardava l’ecografia di Bart Simpson. (Gli altri luoghi virtuali: https://grafemi.wordpress.com/tag/luoghi-virtuali/ ) [dopo la pubblicazione del post, WordPress mi ha avvertito che si tratta del cinquecentesimo post pubblicato su questo blog… grazie a…

Luoghi virtuali #7

Grazie a Internet, e in particolare a Google, vera intelligenza della rete, e ancor di più a Google Map, l’invenzione più importante degli ultimi cinquant’anni, mi diverto a identificare i luoghi virtuali – cioè quei posti, quelle città, quelle vie, che conosciamo attraverso film, video, immagini, ma che, evidentemente, corrispondono a luoghi reali. Dove si svolge il…

Luoghi virtuali #6

Una delle mie passioni di sempre è la bellezza della gioventù, e i riti di iniziazione ad essa legati. La società occidentale ha, ormai da tempo, rinunciato alla sacralità del momento in cui avviene il passaggio dalla fanciullezza all’età adulta, e non sono convinto che questo sia una cosa del tutto positiva. I ragazzi, tuttavia,…

Luoghi virtuali #5 – il disastro ferroviario

Questo è un luogo virtuale che non significa nulla, per me: lo posto solo per il divertimento (un po’ sciocchino) di trovare un luogo partendo da piccoli dettagli. Il punto di partenza è il video di un disastro ferroviario che, fortunatamente, non ha causato alcuna vittima: un tir carico di cotone rimane fermo a un…

Luoghi virtuali #4 – l’Antibes di Sabrina Barbante

Recentemente, mi capita sempre più spesso di avere la possibilità di leggere libri inediti. E’ un piacere sottile, che somiglia a quello che prova un turista che, dopo aver camminato per ore, arriva in una spiaggia che nessuno ha mai visto: c’è l’emozione per la bellezza, ma anche quella felicità un po’ egoista di possedere…

Luoghi virtuali #3

Il mondo pullula di piccole città. Di piccole città insignificanti, dove vivono migliaia di persone che non si sposterebbero da là per nulla al mondo, perché le comunità si costruiscono attorno alle persone che la vivono, ai luoghi che insieme si frequentano. La settimana scorsa, ad esempio, ero a Castel di Sangro, una piccola città…

Luoghi virtuali #2

Ogni tanto mi viene voglia di fare la lista delle dieci canzoni più belle di tutti i tempi, e anche se di getto sarei tentato di mettere quasi esclusivamente i Beatles (ci provo: Yesterday, Hey Jude, Eleoanor Rigby, Strawberry Fields Forever, A day in the life, I am the warlus, Don’t let me down, Blackbird,…

Luoghi virtuali #1

Se potessi scegliere a chi dare un premio Nobel, me ne inventerei uno, a metà strada tra la letteratura e la fisica, che consegnerei a Google per l’invenzione di maps.google.it, o Google Earth. Poche cose hanno cambiato la mia percezione del mondo quanto le mappe navigabili del gigante di Mountain View – da un punto…