Da Wallace a Updike

La mia passione bruciante (che in alcuni periodi ha rasentato un’idolatria pagana) verso David Foster Wallace – verso il suo romanzo Infinite Jest, verso le sue raccolte di racconti, verso i suoi saggi a la Montaigne – si è piano piano assopita, fino a che si è trasformata in una banale infatuazione minata da un dubbio:…