Dinosauri – Giorgio Specioso

Che cos'è la coscienza? Non c'è concordanza di pareri, sull'argomento: alcuni la fanno coincidere con la capacità di pensare, altri con quella di risolvere problemi, altri ancora con l'anima. A me, invece, piace la concezione (che io semplifico fino alle estreme conseguenze) dello psicologo James Jayne: la coscienza sarebbe una sorta di voce narrante che... Continue Reading →

Annunci

Tra il 2013 e il 2014

Finisce un anno, ne inizia un altro, e, banalmente, è tempo di bilanci. Durante il 2013 ho letto parecchio, anche se meno di quanto avrei voluto. Ho iniziato con Limonov di Carrere, comprato in digitale il primo gennaio del 2013, approfittando di uno sconto di Bookrepublic.it - un ottimo libro, anche se qualche mese prima avevo letto... Continue Reading →

Pornografia occidentale – un racconto su Vicolo Cannery

Mettendo insieme i racconti per la raccolta Il giorno che diventammo umani, libro che uscirà ad ottobre ma che è stato presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino, qualcosa è rimasto fuori: un racconto debole, un racconto poco convincente, e un racconto che si sovrapponeva ad altri - per stile e argomento. "Pornografia occidentale", che... Continue Reading →

Il ruolo dell’agenzia letteraria – una chiacchierata con Corrado Melluso

Dopo aver parlato di piccola editoria, traduzioni, editoria digitale, del ruolo dell'eccellente lettore e della vocazione dello scrittore, nella chiacchierata di oggi chiacchieriamo con Corrado Melluso, dell'agenzia letteraria Vicolo Cannery. Il ruolo delle agenzie, nella produzione di un libro, è poco conosciuto, al grande pubblico, che spesso immagina l'autore che invia un plico a un editore,... Continue Reading →

L’inserto del lunedì – un racconto di Flavia Gasperetti

Ho "conosciuto" Flavia Gasperetti grazie al racconto "Night comes on", pubblicato sul sito dell'agenzia letteraria Vicolo Cannery - un pezzo che, per inciso, consiglio vivamente di leggere. Poco dopo, sono venuto in contatto con l'autrice (che tra le altre cose ha un blog vincitore del premio Blognotes 2012, istituito dal quotidiano Il Manifesto, e il... Continue Reading →

La missione impossibile

Per la festa dei suoi diciotto anni ("i primi", aveva detto scherzando), Sara aveva chiesto di prenotare il Tortuga per tutta la serata, e di chiamare DJ Tonyo a mettere su musica; lui, che avrebbe preferito organizzare qualcosa in campagna, dai suoi genitori - tipo grigliata sotto gli olivi -, alla fine aveva accettato, un... Continue Reading →

Un’intervista a Philip Roth su Vicolo Cannery

Il blog di Vicolo Cannery, che ho avuto modo di segnalare in più occasioni per la grande qualità delle cose proposte, ripropone un'intervista inedita a Philip Roth che avevo tradotto dall'inglese e pubblicato su questo blog più o meno un anno fa. I temi trattati sono, a mio parere, fondamentali per chi ama la scrittura:... Continue Reading →

La biografia dell’autore

L'autore del racconto Moquette, pubblicato nell'inserto del lunedì di Grafemi, oggi 22 ottobre 2012, si chiama Marco Piazza, e ha uno splendido blog che seguo con costanza; per il sito dell'agenzia letteraria Vicolo Cannery ha tradotto alcuni brevi saggi e un racconto. Con lui ho una corrispondenza via mail che dura da diversi mesi: quando... Continue Reading →

Quattro soli a motore

Amo la Neo Edizioni - non credo sia un segreto. E non c'entra il fatto che abbiano pubblicato un mio libro: anzi, è vero proprio il contrario. L'amore nasce quando si sente di avere molto in comune, e in questo mondo abbastanza complicato dell'editoria e della scrittura, Francesco Coscioni e Angelo Biasella (e Corrado Melluso,... Continue Reading →

“Storie di martiri, ruffiani e giocatori” sul Corriere della Sera

Sul supplemento "La lettura" del Corriere della sera del 7 ottobre 2012 (in altre parole, oggi) trovo, a pagina 14, una bella recensione di Matteo Giancotti su Storie di martiri, ruffiani e giocatori, la raccolta di racconti curata dall'agenzia letteraria Vicolo Cannery e pubblicata per Caratteri Mobili. Al suo interno, c'è anche un mio racconto, "Il decoro",... Continue Reading →

E’ strano pensare che… – Colin Nissan tradotto da Marco Piazza

Non so quale sia il talento di Marco Piazza – se quello di scovare autori particolarmente brillanti o quello di saper tradurre in modo talmente egregio da non sentire il bisogno di conoscere l’originale. Di sicuro so ogni racconto che ha tradotto vale la pena di essere letto. Questo è pubblicato sul blog di Vicolo Cannery: ci arriva tramite CountryZeb, il blog di Marco Piazza, che, per inciso, varrebbe proprio la pena mettere subito tra i preferiti…

Country Zeb

Il tipo della vignetta qui sopra si chiama Colin Nissan. È uno che scrive parecchio. Io l’ho scoperto per caso mentre pascolavo tra le pagine web di McSweeney’s, rivista sulla quale il Colin Nissan tiene una rubrica di web humor. Ho letto alcuni dei suoi mini-racconti e ho trovato una buona dose di humor. In alcuni casi una dose sufficiente a farti ridere da solo in ufficio mentre gli altri, come te, fanno finta di lavorare. In particolare, in periodo post vacanze, questo breve racconto mi ha fatto parecchio ridere. Mentre lo leggevo, tra un ghigno e un altro, già pensavo a come tradurlo. Ci ho provato e il titolo, che già dice tutto, o quasi, nella mia traduzione è diventato: “È strano pensare che un giorno userò photoshop per cancellarti dalle foto delle vacanze“.  Se volete andate a leggerlo su Vicolo Cannery.

 

View original post

Parlare di libri

Per il secondo anno consecutivo, il gruppo che ruota intorno a Sugarpulp, il movimento letterario creato da Matteo Righetto e Matteo Strukul, organizza a Padova il festival di Sugarpulp. E' un festival particolarmente originale: organizzato dal "basso", cioè da un piccolo manipolo di scrittori e lettori che amano quello che fanno, cerca di mettere insieme... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Cartoline dalla Terra dei Libri

Leggo un libro, scrivo una cartolina

Tre racconti

Storie brevi e voci nuove

Episodi (abbastanza) brevi

Spero, credo, insomma.

Riccardo Fracassi

Non solo Fotografia

LUCY THE WOMBAT

I faced Death at a gig in Paris. Moved to Australia for a new life. With a wombat.

Tuffi

Una rivista che ti porta in profondità

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: