2 commenti Aggiungi il tuo

  1. morenafanti ha detto:

    ne siamo certi? dipende dal significato che diamo alla parola ‘disperazione’.

    massì, forse ho colto il senso. discutere con Nabokov diventa sempre più difficile 🙂

    "Mi piace"

    1. Paolo Zardi ha detto:

      😉
      Diciamo che con Nabokov, in ogni caso, conviene sempre avere una discussione!

      Dal mio punto di vista, interpreto questa frase come una condanna di tutte quelle storie che prevedono la salvezza attraverso il dolore. In un libro di Amis, un autore che ho scoperto questa estate, e che considero davvero un grande (tra l’altro, guarda un po’, lui è un grande estimatore di Nabokov, e ha curato una lunga intervista a Vera, la vedova dello scrittore alla quale lui, Nabokov, ha dedicato ogni libro pubblicato), in un libro di Amis, ti dicevo, sui gulag russi, diceva qualcosa tipo: “Tutto quello che non uccide, ti distrugge”, capovolgendo il noto proverbio.
      Il dolore falsa il mondo, falsa la prospettiva, falsa il giudizio. Credo che Nabokov intendesse qualcosa del genere..

      ps Buona cottura! 😉

      "Mi piace"

Se vuoi dire la tua...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.